Un grazie di cuore

Domenica 13 apfoto (20)rile, nel giorno della Domenica delle Palme, ha chiuso gli occhi in questa vita Angiolina Carani ed è così venuta a mancare all’affetto dei suoi cari. Era una persona speciale: noi tutti che l’abbiamo conosciuta e amata porteremo sempre nella mente e nel cuore il suo sorriso sincero, la sua saggezza e l’arguzia che ci ha donato sino all’ultimo giorno, nonostante ultimamente il suo fisico fosse minato dall’età avanzata e dalle tante sofferenze di una vita lunga e costellata di disgrazie. Negli ultimi due anni e mezzo Angiolina è stata ospitata nelle colline di Montebaranzone, in un luogo sereno e tranquillo. La sede è Progetto 900
, una Casa e famiglia per Anziani autosufficienti. Qui ha vissuto circondata dall’affetto e dalla professionalità di persone stupende che l’anno accompagnata nell’ultima parte del suo cammino quella più difficile perché la sua mente lucida sino all’ultimo istante assisteva impotente al declino del suo fisico. A Progetto 900 Angiolina, ha vissuto giorni sereni in un ambiente accogliente che contagiava anche noi quando dalla città ci recavamo a trovarla. Non dimenticheremo mai i pranzi e le risate di questi mesi. Vorremmo quindi abbracciare tutti gli ospiti di Progetto 900 che hanno accolto Angiolina con affetto. Soprattutto vorremmo esprimere sincera e immensa gratitudine alle fantastiche operatrici della Casa e Famiglia, per la professionalità, l’umanità e la generosità. Grazie innanzitutto a Carola Russi e poi ancora grazie alle sue instancabili collaboratrici Gaia, Alexandra, Silvana, Cinzia, Oriele e Domenica. Siamo convinti che anche Angiolina dal luogo in cui ora ci guarda, si unirebbe al nostro abbraccio.

 Gabriele Sorrentino

Questa voce è stata pubblicata in Pensieri. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.