Lavoricidi

Ho partecipato col mio racconto “Freelance” al progetto “Lavoricidi” un romanzo cooperativo sul’”uccisione del lavoro” e dei suoi valori. Il progetto edito da Miraggi Edizioni e curato daJonathan Arpetti e Paolo Nanni sarà in libreria dal 26 ottobre 2012.

Lavoricidi italiani è un “romanzo cooperativo” scritto da 20 giovani autori che hanno sviluppato altrettanti personaggi, le cui vicende si intrecciano, sotto la bandiera dell’individualismo, lungo tutta la penisola, nella tragedia quotidiana oggi nota come “mercato del lavoro”. Lavoricidi come “uccisioni del lavoro”, dei valori del lavoro e della vita. Quante cose inaccettabili ormai consideriamo “normali”? Lavoricidi come “lavoratori aspiranti suicidi”, solo per il fatto di averlo, un cosiddetto “lavoro”. 20 storie di ordinaria frustrazione, spesso storie vere vissute in prima persona dagli autori stessi. 20 storie che ne compongono una sola, una fotografia in movimento. Lotta quotidiana che si tramuta in letteratura, per raccontare senza peli sulla lingua i luoghi, le situazioni, le illusioni e le disillusioni che stanno minando la salute mentale di tre generazioni di lavoratori.

Per saperne di più vai al sito oppure seguici su Facebook e Twitter (@Lavoricidi) anche usando l’argomento #lavoricidi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.